Logo Ettore Molinari
Sperimenta per apprendere...apprendi per sperimentare
Via Crescenzago 110/108, 20132 Milano - Tel. 02-282.07.86/868 - Fax: 02-261.169.47

E’ un percorso di cinque anni al termine dei quale si consegue un Diploma di Perito in Chimica,Materiali e Biotecnologie che consente un rapido inserimento nel mondo del lavoro o il proseguimento degli studi in tutti i percorsi universitari e nei corsi di Istruzione Tecnica Superiore (ITS e IFTS). La conoscenza della Chimica è fondamentale per la qualità della nostra vita: dietro ogni progresso e ogni innovazione c’è il lavoro dei chimici!

LE DISCIPLINE E LE METODOLOGIE (Che cosa si studia e come)

 

ORARIO SETTIMANALE BIENNIO

Materia Classe 1a Classe 2a
Italiano 4 4
Storia 2 2
Geografia 1  
Inglese 3 3
Diritto ed Economia 2 2
Matematica 4 4
Scienze integrate-scienze della terra e biologia 2 2
Scienze integrate -Fisica 3(1) 3(1)
Scienze integrate -Chimica 3(1) 3(1)
Tecnologia e tecniche di rappresentazione grafica 3(1) 3(1)
Tecnologie informatiche 3(2)  
Scienze motorie e sportive 2 2
Religione / Materia alternativa 1 1
Scienze e tecnologie applicate *   3
Totale ore settimanali 33(5) 32(3)

 

 

ORARIO SETTIMANALE TRIENNIO

Materia classe 3a classe 4a classe 5a
Lingua e letteratura Italiana 4 4 4
Storia Cittadinanza e Costituzione 2 2 2
Inglese 3 3 3
Matematica e Complementi di matematica 4 4 3
Chimica analitica e strumentale 7(5) 6(4) 8(7)
Chimica organica e biochimica 5(2) 5(3) 3(1)
Tecnologie chimiche industriali 4(1) 5(2) 6(2)
Scienze motorie e sportive 2 2 2
Religione / materia alternativa 1 1 1
Totale ore settimanali 32(8) 32(9) 32(10)

NB: Le ore indicate fra parentesi sono di laboratorio in cui è prevista la presenza di due docenti e di un assistente tecnico

Nel primo biennio (I e II), si studiano le discipline di area comune (Italiano, Matematica, Inglese, Scienze naturali, Storia, Diritto e Scienze Motorie) e le discipline d'indirizzo (Chimica, Fisica, Tecnologie Informatiche, Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica, Scienze Applicate).

Il secondo biennio (III e IV) e il quinto anno puntano sia a consolidare la formazione culturale generale ,sia a formare professionalità adeguate nel settore chimico. Accanto a discipline dell'area comune (Italiano, Matematica, Inglese, Storia e Scienze Motorie) si sviluppano tre discipline d'indirizzo: Chimica Analitica, Chimica Organica e Tecnologie chimiche, per le quali sono previste attività di laboratorio in misura rilevante(circa il 30% dell’orario scolastico complessivo).

Le metodologie didattiche, basate sulla didattica laboratoriale e sullo studio di casi reali coinvolgono in prima persona i ragazzi e le ragazze e li stimolano ad apprendere e ad approfondire le discipline con spirito critico e autonomia.

 

LE COMPETENZE RAGGIUNTE ALLA FINE DEL PERCORSO (Che cosa si impara)

L’indirizzo “Chimica, Materiali e Biotecnologie” è finalizzato all’acquisizione di un complesso di competenze riguardanti: i materiali, le analisi strumentali chimico-biologiche, i processi produttivi, in relazione alle esigenze delle realtà territoriali, nel pieno rispetto della salute e dell’ambiente. Il percorso di studi prevede una formazione, a partire da solide basi di chimica, fisica, biologia e matematica, che ponga il diplomato in grado di utilizzare le tecnologie del settore per realizzare prodotti negli ambiti chimico, merceologico, biologico, farmaceutico.

 

In particolare, nell’articolazione “Chimica e materiali”, vengono acquisite e approfondite le competenze relative alla sintesi e all’ analisi di prodotti chimici, alla progettazione, gestione e controllo di impianti chimici, all’elaborazione, realizzazione e controllo di progetti chimici e biotecnologici nelle diverse attività di laboratorio.

 

Il/La diplomato/a è in grado di servirsi di tutte le apparecchiature, ha le competenze per l’ottimizzazione delle prestazioni delle stesse macchine, possiede le abilità di utilizzazione di tutti i software applicativi, nel pieno rispetto delle normative sulla protezione ambientale e sulla sicurezza degli ambienti di vita e di lavoro.

 

Competenze acquisite alla fine del percorso

 

  • collaborare, nei contesti produttivi d'interesse, nella gestione e nel controllo dei processi, nella gestione e manutenzione di impianti chimici, tecnologici e biotecnologici, partecipando alla risoluzione delle problematiche relative agli stessi; ha competenze per l'analisi e il controllo dei reflui, nel rispetto delle normative per la tutela ambientale;
  • integrare competenze di chimica e microbiologia, di impianti e di processi chimici e biotecnologici, di organizzazione e automazione industriale, per contribuire all'innovazione dei processi e delle relative procedure di gestione e di controllo, per il sistematico adeguamento tecnologico e organizzativo delle imprese;
  • applicare i principi e gli strumenti in merito alla gestione della sicurezza degli ambienti di lavoro, del miglioramento della qualità dei prodotti, dei processi e dei servizi;
  • collaborare nella pianificazione, gestione e controllo delle strumentazioni di laboratorio di analisi e nello sviluppo del processo e del prodotto;
  • verificare la corrispondenza del prodotto alle specifiche dichiarate, applicando le procedure e i protocolli dell'area di competenza; controllare il ciclo di produzione utilizzando software dedicati, sia alle tecniche di analisi di laboratorio sia al controllo e gestione degli impianti;
  • essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto culturale e sociale in cui sono applicate.

     

     

Il corso in Chimica e materiali garantisce competenze nell’ambito delle analisi strumentali chimico-biologiche, dei processi produttivi e della sintesi dei materiali.

  • Applicare competenze chimiche nei diversi ambiti delle industrie e dei servizi
  • Pianificare, gestire e controllare le attività relative ai laboratori di analisi
  • Collaborare nella progettazione, realizzazione e gestione di impianti chimici, tecnologici e biotecnologici
  • Prevenire e gestire situazioni a rischio ambientale e sanitario

OPPORTUNITÀ LAVORATIVE E SETTORI DI IMPIEGO

Le opportunità lavorative offerte da questo corso, sono molteplici e di qualità: infatti richiedono solide competenze tecnico-scientifiche. A  titolo di esempio:

  • Tecnico di laboratorio, con compiti di analista chimico in diversi settori, per esempio ambientale, merceologico, chimico, farmaceutico, del controllo-qualità delle aziende e dei centri di ricerca, nelle aziende ospedaliere
  • Tecnico di processo  nelle aziende chimiche e nel settore ambientale, con funzioni di collaborazione nella gestione e nel controllo dei processi, nella manutenzione di impianti di produzione e di depurazione
  • Tecnico di laboratorio con mansioni di ricerca nei reparti di R&S delle aziende, delle università e nei centri di innovazione
  • Esercitare la libera professione di Perito Chimico per esempio nel settore della Sicurezza e Prevenzione .
  • Insegnante di laboratorio negli Istituti Tecnici

Il Molinari ha una tradizione consolidata sia nel panorama dell’istruzione tecnica nazionale sia nella realtà produttiva e sociale della sua zona, per la quale forma quadri tecnici in ambito chimico dal lontano 1940



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.